Cellule staminali da sangue mestruale

1 aprile 2017 di comitatocordin

Lo sapevate che il sangue mestruale è ricco di cellule staminali che si possono regolarmente raccogliere e “bancare”?

stem-cell-163711_1280L’argomento è per molti di noi nuovo eppure la notizia è del 2007 e da allora si sta evolvendo. Per fare una piccola introduzione e per stimolarvi a fare una ricerca autonoma vi facciamo un accenno introduttivo.

Le banche delle cellule staminali internazionali private offrono già il servizio di bancaggio di cellule staminali mestruali – ovviamente, a pagamento. Per non fare pubblicità a queste banche (che potete comodamente trovare su internet), vi traduciamo degli estratti dai loro siti:

Monthly_Cup_Size_1Come vengono raccolte, elaborate e conservate le cellule staminali mestruali? Il sangue mestruale viene raccolto nello studio del medico usando una coppetta di silicone per uso medico a posto del tampone oppure assorbente. Il campione viene poi spedito alla “______” tramite corriere e elaborato nella nostra apposita stanza pulita ISO Class 7.” (Fonte: la prima e la più grande banca privata di cellule staminali al mondo, Stati Uniti, offre questo servizio dal 2007)

Il servizio offerto da questa banca nel 2007 costava $499 per la lavorazione e il primo anno di conservazione, per gli anni successivi il costo era $99 annuali. (Fonte)

Compare_cup

“La raccolta del sangue mestruale è indolore e semplice e la potete fare comodamente a casa. Si tratta di raccogliere le cellule staminali in apposite coppette di silicone sterili il primo giorno del ciclo. Inoltre, possono essere raccolte più volte in base alla terapia individuata. Le cellule staminali da sangue mestruale sono uniche perché, a differenza delle altre cellule adulte, hanno moltissime proprietà simili alle cellule da midollo osseo e cellule embrionali.” (Fonte: banca di cellule staminali privata, India)

How_to_use_a_menstrual_cup.jpg

“IL POTERE DEL CICLO. Se vi capita di bestemmiare per la “maledizione”, ripensateci. Il potere del ciclo mestruale è un dono della Madre Natura targato “solo per donne”. Il ciclo può contribuire al vostro empowerment nel prendervi cura della vostra salute futura. Questo perché le vostre mestruazioni sono una fonte di cellule staminali – le cellule staminali mesenchimali. Si tratta di cellule staminali che hanno un potenziale enorme per curare molte malattie serie nel futuro. Il potere del ciclo è di fatto una manna per voi e per i parenti con i quali condividete il patrimonio genetico.” (Fonte: messaggio promozionale di un’altra banca privata di cellule staminali, India)

Nella stampa internazionale, che ne parla da 10 anni, la notizia è stata accolta con curiosità e prudenza. Tuttavia, il messaggio è passato, la ricerca sta approfondendo il potenziale delle cellule staminali mestruali e il loro utilizzo nella medicina, nella chirurgia estetica e cosmesi, mentre il mercato globale già offre l’opportunità alle donne di investire nel loro futuro in questa forma.

“”In confronto alle cellule staminali provenienti da altre fonti, come il midollo osseo oppure sangue cordonale, le cellule staminali mestruali sono più semplici da raccogliere, non provocano danno o dolore per chi dona e possono essere raccolte per più di 35 anni, dai 12 ai 47.” dice Xiaolong Meng del Bio-Communications Research Institute in Wichita, Kan., che ha collaborato alla ricerca che risultò nella scoperta delle nuove cellule staminali. […] Esperimenti in laboratorio hanno dimostrato che, sotto giuste condizioni, le cellule staminali mestruali possono essere trasformate in più tipi di tessuti – inclusi ossa, vasi sanguigni, grasso, cervello, polmoni, fegato, pancreas e cuore – rispetto ad altre cellule staminali adulte. Le nuove cellule staminali inoltre crescono prontamente e rapidamente, il che è un vantaggio significativo visto che è difficile avere alcuni tipi di cellule staminali adulte per ottenere sufficienti cellule che avessero un qualche valore medico.” (Fonte)

Anche la stampa italiana ne ha parlato:

“Le staminali appena scoperte sono state battezzate cellule rigenerative endometriali (Erc), e ricalcano una caratteristica essenziale della loro provenienza, cioè la crescita di nuovi vasi sanguigni. Tra le cellule prelevate dal sangue mestruale, assicurano i ricercatori, “ce ne sono alcune che possono essere coltivate in laboratorio e replicate fino a 70 volte, molto velocemente. Con una rapidità di gran lunga maggiore rispetto a quanto avviene per le staminali prelevate dal cordone ombelicale e dal midollo osseo. In più – aggiungono – in esse vengono prodotti alcuni fattori di crescita ‘superveloci’, che si moltiplicano in percentuali 100 mila volte maggiori rispetto ai concorrenti fattori di crescita delle staminali del sangue del cordone ombelicale”. Un bel vantaggio, continuano, “tanto che in 5 millilitri di sangue mestruale prelevato da donne sane si possono ottenere abbastanza staminali da avere, nel giro di due settimane di coltura in laboratorio, cellule cardiache che si contraggono come il cuore”” (Fonte)

“Le cellule totipotenti endometriali riescono infatti a stimolare la crescita dei vasi sanguigni, contrastando gli effetti dell’ischemia. Gli scienziati americani già prevedono ulteriori possibilità e dalle pagine del Journal of Translational Medicine hanno annunciato test “su persone con arti amputati”. Per giungere a queste conclusioni i ricercatori hanno indotto una severa ischemia nelle zampe di 16 topi. In metà del campione hanno poi iniettato nei muscoli vicino alla parte colpita un milione di staminali endometriali estratte da sangue mestruale: a partire dal 14° giorno i tessuti degli animali a cui non erano state iniettate le staminali hanno cominciato a morire, mentre nei topi trattati gli arti si sono mantenuti vivi e funzionanti in 12 casi su 14, e solo in due casi le cavie hanno invece avuto difficoltà a riprendere a camminare.” (Fonte)

“Il sangue mestruale è una ricca risorsa di vita grazie alle cellule staminali. Così uno studio di un eminente esperto di infertilità, il dr Indira Hinduja che sta per pubblicarla su una rivista internazionale. “Le cellule staminali embrionali si distinguono per due diverse proprietà: la pluripotenza e il replicarsi senza limiti. Ma avere cellule staminali embrionali non è semplice. Ora col nostro studio abbiamo dimostrato che le cellule staminali del sangue mestruale sono simili a quelle embrionali”. (Fonte)

Moltissime donne italiane usano già le coppette sterili di silicone. Se lo Stato glielo chiedesse potrebbero decidere di donare il loro sangue mestruale oppure partecipare allo “share” di un’eventuale utilizzo commerciale. È praticamente certo che parteciperebbero volentieri alla ricerca scientifica se in Italia ci fosse interesse verso questa fonte di cellule staminali e sarebbero felici di contribuire al bene comune con il loro prezioso liquido – sia in forma di sangue che in forma di latte umano (un’altra fonte di cellule staminali). Una cosa è sicura, le madri sarebbero disposte a donare il loro sangue a posto di quello dei loro neonati.

Buona ricerca!

Parole chiave: “cellule staminali da sangue mestruale”, “cellule rigenerative endometriali (Erc)”, “cellule totipotenti endometriali”, “menstrual stem cells”, “MBMCs”, “human menstrual blood-derived mesenchymal cells”, “endometrial stem cells”

 

Elena Skoko

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: